Il seguito di “Tell Me You Love Me” del 2017 – che è stato anticipato da Demi durante un evento live-stream su Clubhouse – è destinato a fungere da compagno alla sua prossima serie di documentari diretta da Michael D. Ratner, “Demi Lovato: Dancing with the Devil“, che esplora gli aspetti che hanno portato all’overdose quasi mortale della cantante nel 2018, e i suoi “risvegli nel periodo successivo“.

Durante il live-stream sull’app lunedì (15.03.21), Demi ha detto:

Segue davvero il corso della mia vita e il percorso che ha preso negli ultimi anni“.

La star 28enne ha anche detto che ha registrato collaborazioni con “tre diverse, incredibili donne“.

L’LPprofondamente personale“, che vanta 19 canzoni e tre tracce bonus, è prodotto da Demi e dal suo manager, Scooter Braun.

In una dichiarazione, la cantante di “Sober” ha detto della sua serie di documentari in quattro parti, che sarà disponibile su YouTube dal 23 marzo:

Sono passati due anni da quando mi sono trovata faccia a faccia con il punto più buio della mia vita, e ora sono pronta a condividere la mia storia con il mondo. Per la prima volta, sarete in grado di vedere la mia cronaca di lotta e di guarigione in corso dal mio punto di vista. Sono grata di aver potuto intraprendere questo viaggio per affrontare il mio passato a testa alta e finalmente condividerlo con il mondo“.

La serie includerà anche i momenti salienti della sua carriera, come la sua performance storica dell’inno nazionale al Super Bowl del 2020.

Demi ha precedentemente collaborato con YouTube per rilasciare “Demi Lovato: Simply Complicated“, che ha affrontato la sua lotta con la dipendenza e il suo viaggio iniziale verso la sobrietà prima della ricaduta del 2018.

Nel documentario, Demi ha parlato apertamente del suo viaggio in riabilitazione nel 2010, dove ha ammesso che avrebbe contrabbandato droga nel centro di trattamento perché “non era pronta a disintossicarsi“.

Ha detto: “Non stavo lavorando al mio programma; non ero pronta a disintossicarmi. Ho preso di nascosto [cocaina] sugli aerei, l’ho presa di nascosto nei bagni, l’ho presa di nascosto durante la notte … Ho avuto una sbornia di circa due mesi in cui ne facevo uso quotidianamente“.

SHARE

I commenti sono disattivati per questo post