Demi Lovato ha reso pubblica la sua commovente storia di overdose quasi fatale e il suo recupero in una nuova docu-serie che colpisce duramente, nella speranza che la sua storia possa aiutare gli altri.

In “Demi Lovato: Dancing With The Devil“, la popstar dettaglia la sua battaglia per la sobrietà dopo la ricaduta del 2018, che l’ha mandata in ospedale e l’ha portata a un lungo soggiorno in riabilitazione, ed è convinta che raccontare tutto del suo viaggio possa ispirare gli altri ad affrontare i loro demoni.

Durante un’apparizione al The Ellen DeGeneres Show, Demi ha detto: “Il mondo è stato così amorevole e ha accettato che raccontassi la mia storia e c’è stato così tanto amore e sostegno. La cosa fantastica è che viviamo in un’epoca in cui nessuno è perfetto, e non otterremo modelli di ruolo guardando le persone che non commettono errori.

Incontreremo e impareremo dai nostri modelli di ruolo che hanno superato le loro lotte più profonde e oscure… Volevo mostrare a tutti – prima volevo mettere le cose in chiaro.

Volevo solo dire al mondo, ‘Ehi, questo è quello che è successo, questo è come l’ho superato, e spero che questo possa aiutare anche te‘, perché questo viaggio è stato un viaggio così selvaggio ma ho imparato così tanto e non vedo l’ora di condividerlo con il mondo“.

In un teaser per la nuova serie, la 28enne ha rivelato di aver subito tre ictus e un attacco di cuore, che l’ha lasciata con danni al cervello, in seguito alla sua overdose.

I miei medici hanno detto che avevo dai cinque ai dieci minuti in più…“, ha detto. “Ho avuto molte vite, come il mio gatto. Sai, sono alla mia nona vita. Sono pronta a tornare a fare quello che amo, cioè fare musica“.

SHARE

I commenti sono disattivati per questo post