Antonello Venditti ha deciso di rompere il suo silenzio per lanciare un appello a tutti i suoi colleghi musicisti, chiedendo di restare lontani dai media per ricordare che la musica è cultura.

Il giorno prima della Festa dei Lavoratori, il cantautore romano ha pubblicato sui social un appello che riprende i temi già esposti qualche settimana fa dallo scrittore Stefano Massini, affermando che gli artisti sono lavoratori come gli altri, e il loro contributo non va sottovalutato.

Spiega Venditti:

Il mio silenzio lo dedico a tutti gli artisti veri che non hanno diritti e a tutti coloro che non hanno voce… Si avvicina il Primo Maggio e vorrei che si tramutasse in una giornata del silenzio della musica a favore di tutti quelli che ci lavorano senza essere minimamente calcolati né sentiti! Chiedo a tutti i miei colleghi una giornata lontana dai social e dalla televisione per far capire che la musica tutta è cultura e fa parte essenziale della nostra vita! Rispetto e diritti per chi ci lavora ed amore per i fan che l’aspettano e la amano incondizionatamente”

Queste parole fanno eco a quelle di Vasco Rossi, che per primo aveva raccolto l’appello dello scrittore, dichiarando:

È una battaglia che combattiamo da anni, non siamo inutili“.

Tra i tanti artisti che hanno aderito al messaggio ci sono anche nomi noti come Laura Pausini, Gianna Nannini, Alessandra Amoroso e Jovanotti.

SHARE

I commenti sono disattivati per questo post