In questi giorni di isolamento causati dalla pandemia di Coronavirus, la musica fa da padrona per trasportarci in luoghi e giorni diversi, facendo ritornare in noi la nostalgia degli anni passati.

Se ci chiediamo quali sono stati gli anni migliori per la musica, è inevitabile pensare agli anni ‘90, che con toni grunge, pop, dance e rock-alternative, hanno formato le personalità della nostra generazione.

Per questo motivo, abbiamo deciso di stilare questa Top 10 dei brani che ci hanno più segnato in quegli anni.

 

  • Al 1° posto troviamo “Smells Like Teen Spirit” dei Nirvana. Pubblicato il 10 settembre 1991 come primo estratto dal secondo album della band americana intitolato “Nevermind“. Senza alcun dubbio è il brano più famoso della band grunge che ha plasmato la generazione negli anni ‘90, conquistando il primo posto nella nostra classifica.

 

  • Al 2° posto abbiamo “Vogue” di Madonna. Con questo brano, Madonna da successo ad un ballo che diventa un vero e proprio fenomeno di costume, il vogueing, molto diffuso nei bar gay degli Stati Uniti, che consiste nell’imitare le pose delle modelle e dei modelli che appaiono sulla copertina della nota rivista Vogue.

 

  • Per lasciare il podio, al 3° posto troviamo “Bitter Sweet Symphony” dei The Verve. Pubblicato il 16 giugno 1997 il brano ha suscitato un enorme successo diventando la colonna sonora di numerosi spot pubblicitari e film di successo come “Cruel Intentions“.

 

  • Al 4° posto abbiamo “Nothing Compares 2 U” di Sinéad O’Connor. Originariamente scritto e composto da Prince, il brano ha raggiunto il successo grazie a O’Connor, la quale incluse la sua versione nell’album “I Do Not Want What I Haven’t Got”. 

 

  • Al 5° posto troviamo “Nord Sud Ovest Est” dei 883. Con questo brano gli 883 partecipano nell’estate del 1993 al Festivalbar e dopo pochi mesi vincono la sezione album del Festival di Sanremo.

 

  • Al 6° posto abbiamo “Losing My Religion” dei R.E.M. Considerata la canzone più famosa dei R.E.M. e quella che ha valso alla band il successo mondiale, occupa la posizione n. 170 nella lista delle 500 migliori canzoni secondo Rolling Stone.

 

  • Al 7° posto troviamo “Wannabe” delle Spice Girls. Diventata un simbolo della seconda metà degli anni novanta e della musica pop in generale, questo brano è sicuramente il più celebre della girl band britannica formatasi nel 1994.

 

  • All’8° posto abbiamo “Certe Notti” di Ligabue. Probabilmente il pezzo più famoso del cantante emiliano, “Certe Notti” che mostra forti ispirazioni dai Beatles, descrive il modo di vivere e interpretare la notte da parte del cantautore e le notti passate in giro con i suoi amici.

 

  • Al 9° posto troviamo “Everything I Do (I Do For You)” di Bryan Adams. Inserita nella colonna sonora del film Robin Hood – Principe dei ladri”, il brano è stato scritto in meno di un’ora nello studio del cantante a Londra, diventando una ballad riconoscibile da tutti.

 

  • Per concludere la nostra Top 10, al 10° posto abbiamo “Back For Good” dei Take That. Il brano, una lenta ballata d’amore, è diventato il sesto numero uno in classifica della boyband in Inghilterra ed il loro primo ed unico singolo nella top ten degli Stati Uniti.

 

Di seguito trovate il video del brano dei Nirvana intitolato “Smells Like Teen Spirit“, che ha conquistato il primo posto della nostra classifica:

 

 

SHARE

I commenti sono disattivati per questo post