Dopo essersi formati verso la metà degli anni ’70, nel Surrey, i The Cure sono riusciti a guadagnarsi ben presto la reputazione di uno dei gruppi più influenti nel mondo della musica inglese, entrando, nel 2019, nella Rock And Roll Hall Of Fame.

Ispirandosi prevalentemente a David Bowie e Jimi Hendrix, con toni punk fai-da-te, la band ha avuto una serie di successi che sono diventati leggenda.

Guidati dal cantante/chitarrista/cantautore Robert Smith, la band ha cambiato spesso la composizione della band nei 40 anni di storia della band.

La nostra lista inizia con “A Forest“, estratto dell’albumSeventeen Seconds” del 1980.

Questo brano è stato definito imprevedibile, poichè non rispettava i canoni di “radio-friendly”, ma rispecchiando in pieno la visione di Smith, che ha rivelato in un’intervista per Rolling Stone:

Ho detto, ‘Ma è così che sembra , è il suono che ho in testa. Non importa se è radio-friendly’. Uno dei motivi per cui alla gente piace la band è perché non sono mai abbastanza sicuri di cosa succederà dopo”.

Il video di “A Forest“:

Il prossimo brano è “Just Like Heaven“, presente nell’album “Kiss Me Kiss Me Kiss Me” del 1987. Una delle loro canzoni più pop, “Just Like Heaven” è stata ispirata da un viaggio al mare con l’allora fidanzata di Robert, Mary, con la quale balla nel video. Robert in seguito ha dichiarato:

L’idea è che una notte del genere valga 1.000 ore di fatica”.

Il video di “Just Like Heaven“:

Abbiamo poi “Boys Don’t Cry“, brano estratto dall’album di debutto della band, “Three Imaginary Boys“.

Con una melodia accattivante e coinvolgete, parla della storia di un giovane che non può esprimere i suoi sentimenti poichè viviamo in un mondo in cui gli uomini “dovrebbero” sopprimere le proprie emozioni.

Il video di “Boys Don’t Cry“:

 

Proseguiamo con “In Between Days“, dell’album “The Head on the Door” del 1985.

Uno dei più grandi successi della band, che è entrata anche nel Billboard Hot 100 degli Stati Uniti.

La canzone mostra un evidente contrasto tra il sound pop e l’oscurità della lirica che la rendono incredibilmente emblematica.

Il video di “In Between Days“:

Infine, troviamo “Pictures of You“, estratto dell’album “Disintegration” pubblicato nel 1989.

L’eclettico cantante ha spiegato in un’intervista l’ispirazione del brano:

Si tratta dell’idea che hai di qualcuno. Risale un po’ a una canzone come How Beautiful You Are .L’idea che hai di qualcuno non è proprio come è quella persona. A volte perdi completamente il contatto con ciò in cui una persona si è trasformata. Vuoi solo aggrapparti a quello che era”.

Ecco il video di “Pictures of You“:

SHARE

I commenti sono disattivati per questo post