Lyric Music

Geôlier

Emanuele

Leggi il Testo, la Traduzione in Italiano, scopri il Significato e guarda il Video musicale di Emanuele di Geôlier contenuta nell'album Emanuele. “Emanuele” è una canzone di Geôlier. Emanuele Lyrics.

TRADUZIONE - Geôlier - Emanuele

Vai al Testo Originale

VIDEO MUSICALE

DESCRIZIONE

"Emanuele" è un singolo del rapper campano Geôlier, estratto dal disco d’esordio "Emanuele" pubblicato l'11 ottobre 2019. In maniera sincera, in questo brano Geôlier parla di un periodo molto difficile, durante il quale ha messo in discussione il valore di quello che aveva raggiunto, come il successo e i soldi, e quello che aveva perso, come la sua ex ragazza per la quale prova ancora sentimenti molto forti. In "Emanuele", Geôlier mostra quindi tanto pessimismo, depressione e una ormai persa fiducia nell'amore.


TRADUZIONE in Italiano - Geôlier - Emanuele

L'ultima volta che ti scrivo e penso
È strano perché non penso spesso
Perché chi non pensa è introverso
E muoio dentro perché questa vita non mi dà niente
Avevo te, adesso non ho nemmeno più quello
Penso al futuro e mi perdo pensando a quello che ho perso

Perdi un amore importante, dopo non ti senti più lo stesso
Pensi che sto bene, ma è complesso
Se ti racconto la mia vita, la tua la butti nel cesso
Se ti accarezzo ti incazzi, dici lascia stare
Ti giuro che ti voglio bene, anche se ti do il male
Piango e penso al passato

Mi chiamavi amore mio
Ti giuro che ti voglio bene, anche se adesso non sei mia
I sacrifici che hai fatto, lo sai me li ricordo
Quando non si scendeva perché non c'erano soldi
Adesso che ho tutto, ma mi manca questo amore
E torno dietro per un bacio e lo conservo nel cuore


Adesso mi ucciderei per nascere ancora
Lo so che mi stai chiamando scemo
Adesso che mi toccano, non provo più amore
Vogliono Geolier non Emanuele

Adesso mi ucciderei per nascere ancora
Lo so che mi stai chiamando scemo
Adesso che mi toccano, non provo più amore
Vogliono Geolier non Emanuele

A volte conto questi soldi

Mi sembra di vedere la mia vita nel portafogli
Quella carta, lo sai bene che serve a poco
Però quando piangi, sai che quella roba ti da vivere bene
A volte piango e se li ho è perché li volevo da bimbo
A volte penso a me stesso, a se voglio una famiglia
Guardami negli occhi, adesso cosa vedi?

Non ho nemmeno l'anima, aspetto la morte che arriva
A volte parlo con mamma, dice che non sono bravo
Che l'ho lasciata, nella stanza da sola
Adesso mi manca quest'aria, prima non avevo niente
Adesso le compro una villa e resto con lei
E se la vita è più infame, adesso non ti guardo nemmeno in faccia

Nemmeno se nel cuore, non hai un amore
Adesso ti toglie tutto, non se ne frega del male
E c'è chi viene lasciato, e per questo ci muore

Adesso mi ucciderei per nascere ancora
Lo so che mi stai chiamando scemo

Adesso che mi toccano, non provo più amore
Vogliono Geolier non Emanuele

Adesso mi ucciderei per nascere ancora
Lo so che mi stai chiamando scemo
Adesso che mi toccano, non provo più amore

Vogliono Geolier non Emanuele

Vai al Testo Originale

CONDIVIDI

Leggi un testo casuale di Geôlier