Maurice Hill, il proprietario del negozio dove è avvenuta la sparatoria, ha detto a FOX13 che Young Dolph è entrato nel negozio per comprare dei biscotti quando qualcuno è arrivato e ha sparato e ucciso il rapper intorno alle 13:00.
La Fox riferisce anche che tre agenti delle forze dell’ordine hanno confermato la morte del giovane rapper.

L’artista non era solo quando gli hanno sparato, riferisce l’agenzia, ma non è chiaro con chi fosse o se fosse ferito.

“Stiamo chiudendo prima oggi. Tutto è chiuso. La strada di fronte al negozio e tutte le strade laterali sono bloccate perché la gente sta venendo qui per vedere cosa è successo”.

Un reporter locale sulla scena ha mostrato poliziotti con giubbotti antiproiettile fuori dal negozio che isolavano la zona.

I rapporti affermano che una finestra del negozio è stata rotta in seguito alla sparatoria.

La polizia ha confermato che una vittima maschile è stata dichiarata morta in seguito alla sparatoria, ma ha insistito che la sua identità sarà rivelata solo quando i parenti più prossimi saranno stati contattati.

I giornalisti presenti sulla scena hanno affermato che i membri della comunità si stavano recando sulla scena, con alcuni sdraiati a terra in lacrime.

Nessuna informazione sull’assassino è stata rilasciata e non è ancora chiaro se il sospetto sia in fuga o meno.

Pochi giorni prima della sua morte, il rapper è stato filmato nel negozio mentre aiutava a pubblicizzare i loro prodotti.

“Young Dolph dice che ogni volta che torna a casa deve fermarsi da Makedas Cookies”, ha postato l’azienda sopra un video che mostrava Dolph fuori dal negozio.

Young Dolph era un rapper di 36 anni che è sulla scena dal 2016 quando pubblicò il suo album di debutto King of Memphis.

Era conosciuto bene nella zona per aver distribuito tacchini per il Giorno del Ringraziamento e per aver donato soldi al suo ex liceo.

SHARE

I commenti sono disattivati per questo post