Il cantante di ‘Watermelon Sugar‘ ama ancora il suo LP omonimo del 2017, ma se lo riascolta ora, può sentire dove ha “suonato al sicuro” in certe canzoni perché non voleva spingersi troppo fuori dalla sua zona di benessere.

Ha infatti detto:

Amo così tanto quell’album perché rappresenta un momento della mia vita, ma quando lo ascolto – sia dal punto di vista sonoro che dei testi, soprattutto – riesco a sentire i luoghi in cui lo stavo suonando al sicuro. Avevo paura di sbagliare.”

Quando fa musica, la star 26enne cerca di ascoltare le sue canzoni con le orecchie di un fan.
Lo ha spiegato in un’intervista a Variety:

Le persone all’interno hanno la sensazione di operare a un livello di ascolto più alto, e a me piace fare musica dal punto di essere un fan della musica. I fan sono i migliori A&R.

Harry ha insistito che scrivere “per le giuste ragioni” è per lui molto più importante del successo commerciale.

Non c’è nessuna parte che sembri, eh, icky – come se fosse stata fatta in laboratorio.”

E il “Golden” hitmaker non ascolta troppo le speculazioni sui premi, anche se ha riconosciuto che riceverli è “bello”.

E’ sempre bello sapere che alla gente piace quello che fai, ma alla fine – e soprattutto lavorando in un campo soggettivo – non do troppo peso a queste cose. Penso che sia importante, quando si fa qualsiasi tipo di arte, rimuovere l’ego da essa. Si tratta del lavoro che si fa quando non ci si aspetta alcun applauso.”

L’ex cantante dei One Direction ha imparato molto sulla scrittura di canzoni grazie ai co-sceneggiatori utilizzati dal gruppo, tra cui Ryan Tedder, Savan Kotecha e Teddy Geiger.

Ho imparato così tanto. Quando eravamo nella band, cercavo di scrivere con quante più persone possibili. Volevo fare pratica – e ho scritto un sacco di pessime cose.”

SHARE

I commenti sono disattivati per questo post