Lyric Music

Leggi il Testo, scopri il Significato e guarda il Video musicale di Zanzare di Samuel Heron contenuta nell'album Zanzare (feat. Jacopo Et). “Zanzare” è una canzone di Samuel Heron. Zanzare Lyrics.

TESTO - Samuel Heron - Zanzare

1,2,3
Odio l’estate, quanto amo te
Alzi le spalle e mi chiedi perché
Ho la maglietta appiccicata e fanno 30 gradi
Sull’autostrada per il mare ci siamo bloccati
In radio passa un pezzo estivo che non dice il vero
Ti prego ascolta me che sono sincero
Dai, metti via quel telefono e ascoltami un attimo, Madonna mia

Siamo in tempo per scappare dalla confusione
Mi tocca aprire un mutuo per la sdraio e l’ombrellone
Ho la sabbia nelle scarpe e sabbia sulla pelle
Ci mancava il tipo che gridava “cocco bеllo”
Tutti abbronzati con gli addominali
Io con la (?) cosparso di creme solari
Al largo non ci vado, ci sono gli squali
L’ho visto nei documеntari

Adesso il tempo si perde
Il vento soffia più forte
E non contiamo le stelle
Ma le zanzare di notte
E oggi tuo bacio mi fotte
Meduse in mezzo alle onde
E questo mare blu
Non lo sopporto più
E le zanzare di notte

Anche se è agosto ho mal di gola
È colpa del ventilatore
A questo caldo infame
Preferisco i canditi dentro il panettone
In vacanza non ci andiamo
Perché lo sai che costa troppo
Questo B&B che hai prenotato
È photoshoppato

E l’hai pagato il doppio
I tuoi amici scemi vogliono andare ad Ibiza
A stare chiusi nei club dove ci si alcolizza
Ormai c’hanno 30 anni per gamba, ma che tristezza
Io mi accontento di una Coca Cola ed una pizza
Gli altri a divertirsi come fanno?
Io già penso a cosa fare a capodanno

Adesso il tempo si perde
Il vento soffia più forte
E non contiamo le stelle
Ma le zanzare di notte
E oggi tuo bacio mi fotte
Meduse in mezzo alle onde
Io questo mare blu
Non lo sopporto più
Come le zanzare di notte

Gli altri a divertirsi come fanno?
Io già penso a cosa fare a capodanno
Gli altri a divertirsi come fanno?
Io già penso a cosa fare a capodanno
Gli altri a divertirsi come fanno?
Io già penso a cosa fare a capodanno


CONDIVIDI

Leggi un testo casuale di Samuel Heron