Lyric Music

Leggi il Testo, scopri il Significato e guarda il Video musicale di Proprio a Me di Nicola Siciliano e Enzo Dong contenuta nell'album Napoli 51: Primo Contatto. “Proprio a Me” è una canzone di Nicola Siciliano. Proprio a Me Lyrics.

TESTO - Nicola Siciliano - Proprio a Me

VIDEO MUSICALE

TESTO - Nicola Siciliano - Proprio a Me

NS
La Luna Nera
Enzo D.O.N.G
Oh oh oh
Uuuuh uuh

(Nicola Siciliano)
Metto ‘e scarpe fora ‘a porta chesta sera
Chill’ammore tene ’a faccia ‘e nu killer
Je stongo pe’ fatte mieje, ‘nzieme ’e mieje
Viene n’angelo c’assomigliava a Dio, yeah yeah
Proprio a me, sì, a me
Proprio a me, s’il vous plaît
Metto ‘e spalle ‘o muro e chi nun giura, nun songo je
N’attimo e fernimmo, ce regalo nu senso je
Proprio a me, sì, a me
Proprio a me, s’il vous plaît

Gentiluomo, chello diceva era buono ma nun saccio ‘e chi mi fidavo
Facevo perdere ‘a capa, perza e nun l’aggio truata
Putimmo scrivere ‘a storia senza lo scrive ‘int”e storie
Putimmo fa ciò che è buono, perdevo tiempo pe’ lloro
Faccio sentì com’è ‘o fatt, arrestato pe’ leggi e delitti c”acciso ‘a nu figlio
Stammo esultanno pe’ chi nun ha fatto maje niente ‘int”a vita, poi brilla
Mmiezzo a nu mare ‘e piscine, mmiezzo a nu lago ‘e delfine
Comme diceva ‘int”a Bibbia, ccà nuje nun ammo maje accidere
‘O primmo ammore te istiga, ‘o primmo frate t’abitua
‘O primmo piezzo faje schifo, ‘o primmo libbro t’ispira
Poi c”o successo faje bingo, saje comm’è poi criscimmo

Metto ‘e scarpe fora ‘a porta chesta sera
Chill’ammore tene ‘a faccia ‘e nu killer
Je stongo pe’ fatte mie ‘nzieme ‘e mie
Viene n’angelo c’assomigliava a Dio, yeah yeah
Proprio a me, sì, a me
Proprio a me, s’il vous plaît
Metto ‘e spalle ‘o muro e chi nun giura, nun songo je
N’attimo e fernimmo, ce regalo nu senso je
Proprio a me, sì, a me
Proprio a me, s’il vous plaît

(Enzo Dong)
Stile perso tale e quale, fotti a me piglie ‘o verbale
Chiamma ‘e pumpiere e perché se ne cade
Sto’ fora ‘a porta fra chiudete a chiave, stanotte stongo tutt”o cuntrario
Sputo ‘nterra e te va n’capa, famme ‘nu jonz da ccà me ne vaco
Chiamme ambulanza perché te faje male
E s’annamora ‘e me, ne tengo 4 perdoname, faccio sord’ca addorano (ehhh)
So’ n’atu livello che vuò da me, tu ‘e vuò da me
Frate fatte ‘a rota, pigliate a parole
Essa ncuollo a me sta a 69, tu c”a chiamme ancora
Chisti perdono ‘a capa perché ‘e faccio abuse ‘ncuollo
Guardame chiù poco perché è gelusa e tu muore
Giudico a ‘sti ccà nun vonno a vedè”ca stammo buono
Se mi tiene ncanna accuorto ca poi t’affuoghe (Enzo Dooong)

‘O ssaje ca m’annamoro sulo pe’ na sera
Enzo Dong tene ‘a faccia ‘e nu killer
Je stongo pe’ fattei mieje, ‘nzieme ‘e mieje
Era n’angelo c’assomigliava a Dio, yeah yeah
Proprio a me, sì, a me
Proprio a me, sì, a me
Enzo Dong, e Nicola
Proprio a me, sì, a me

(Nicola Siciliano)
Metto ‘e scarpe fora ‘a porta chesta sera
Chill’ammore tene ‘a faccia ‘e nu killer
Je stongo pe’ fatte mieje, ‘nzieme ‘e mieje
Viene n’angelo c’assomigliava a Dio, yeah yeah
Proprio a me, sì, a me
Proprio a me, s’il vous plaît
Metto ‘e spalle ‘o muro e chi nun giura, nun songo je
N’attimo e fernimmo, ce regalo nu senso je
Proprio a me, sì, a me
Proprio a me, s’il vous plaît

Ma perché proprio a me, Nicò
Fra perché proprio a me


CONDIVIDI

I commenti sono disattivati per questo post

Leggi un testo casuale di Nicola Siciliano